LA PADRONANZA DEL TRANSE

Cambiare Transe è la chiave per aprire qualsiasi porta, dobbiamo solo trovarla. Cambiare Transe è lo strumento per svegliarci dal sogno nel quale siamo e sognarne uno più vero, per trasformare ogni problema in un fatto, per liberare la forza contenuta in ogni conflitto. Possiamo dire che, mentre la Persistenza del Contatto è lo strumento per navigare nel ciclone mantenendo la barra al centro, la Padronanza del Transe, cioè la capacità di cambiare Transe, è la strategia per invertire la rotta quando stiamo per essere spazzati via dalla forza centrifuga e ri-convergere al centro. Riprendiamo l’esempio in questione e vediamo di comprendere cosa significhi cambiare Transe.
Navigando nel ciclone del rifiuto e dell’abbandono potrebbe succedermi che non riesca a restare nel centro e assistere, ma che mi identifichi con la paura della solitudine e non riesca a liberarmene. Se noi riflettiamo, ci rendiamo conto che il “problema” non è la paura, bensì l’interruzione del flusso che si realizza per via del conflitto tra la paura che vuole emergere e il nostro Io che vuole combatterla. Ci rendiamo conto che l’entità interconnessa della paura non vuole fare altro che fluire, esprimersi, manifestarsi, ma che noi glielo impediamo. Anziché contrastarla dobbiamo allora aiutarla a liberarsi. Entrando in Transe con la paura, diventando la paura, andando verso anziché via, noi sciogliamo il conflitto che è contrapposizione di due forze opposte. Io e la paura saremo allora alleati nella sua espressione e nella liberazione della forza in essa contenuta…

Leave a Reply

Your email address will not be published.