Mossa

Mossa dal chino riverbero dei veri
sorrisa
dalla carezza intima degli spiriti
accesa
dall’ardore implicito degli eroi
mi guardi
ed io te
a sorprendere schiusi gli spazi del tempo
luogo dei beati 
dormienti-il sospiro di un attimo,
l’intesa tessuta dal network pregnante della storia,
manto sincronico dei giusti,
implorato dalla fata turchina
tra rose ed il profumo di baba-
l’afflato morbido della giusta azione
il commiato bello della leggerezza
sfarzo allegro, per i giorni a venire.

Leave a Reply

Your email address will not be published.