YANSÀ: LA SIGNORA DEI VENTI

Yansà è l’Orixà dell’aria, dei venti e, per estensione, delle tempeste, dei tuoni, dai lampi.
È il soffio che anima il vivente e che lo attraversa tramite il respiro. È pertanto il principio di libertà dal momento che il soffio dell’esistenza si muove incessantemente e non può essere arrestato. Si muove libero e, muovendosi, libera, porta ovunque leggerezza e freschezza. Come il vento spazza le nuvole o trascina le foglie, allo stesso modo il respiro libera da ciò che annebbia la mente e appesantisce il cuore.
Così come il fluire dell’aria purifica l’ambiente da qualsiasi contaminazione e pesantezza, allo stesso modo il fluire del respiro purifica il corpomente da tutto ciò che lo inquina. Purifica il corpo dalle sue tensioni, l’anima dalle emozioni bloccate, la mente dai pensieri e dai conflitti irrisolti, lo spirito dagli assessori.
Entrare in Transe con Yansà significa entrare nella qualità della leggerezza, dell’impermanenza, del non attaccamento o del distacco da tutto ciò che non è l’assoluto e inafferrabile presente. Secondo la tradizione, l’archetipo di Yansà è quello di un femminile audace, forte e autoritario, indipendente e assolutamente libero.
La donna Yansà è a momenti leale e fedele, collerica e aggressiva. Il suo temperamento sensuale e voluttuoso la porta a vivere senza pudore avventure amorose extraconiugali, ma la sua passionalità non le impedisce di continuare a essere gelosissima del proprio marito.

Leave a Reply

Your email address will not be published.