A proposito di counseling

Questa di seguito la lettera inviata da Pier Luigi Lattuada all’OPL. Buona lettura! Egregio Presidente,Non la conosco personalmente ma la mia assistente mi riferisce di averla trovata una persona cordiale e disponibile.Credo pertanto che la sua lettera meriti approfondite riflessioni.Riflessioni che ho fatto e che voglio condividere con lei.Qui prodest? […]

Indicemmo il proposito lucente

Indicemmo il proposito lucente di scordato sole insieme sventammo il vento nei giorni delle irte scale nella resa fraterna di germogli in fiore fragore di baldanza estiva varcammo l’apogeo della notte tuonammo stelle di sorrisi battiti e intimo cristallo approdammo alla grammatica benedetta degli dei ciascuno a suo modo vergine […]

Insieme

Insieme       Vedemmo l’affresco dei rosa Calare sul muso ghiacciato Di fine millennio Accompagnammo la cerimonia sparsa Di luci e tabernacoli seminati a iosa Su e giù per i navigli, verso Vigevano. Di te Ascoltai il sollievo intatto di una voce bambina Sgranarsi con riguardo speciale all’incipienza dell’ultimo […]

Adesso é nero mare nero

Adesso é nero mare nero La notte circoscrive un vento saporito Di trasgressioni  Debito al vicino oriente Venuto in groppa al ferro e al fuoco Senza il ritegno della ponderazione Foga di sangue e voglia Brama turgida, selvaggia, acceso sale Galoppo incolto della necessità Steso qui sotto Da un andare […]

Sto male

Sto male E tutti mi vogliono bene Sarai tu l’agguato divoramortali? Non ti disseterai del mio sangue. L’unica morte è soccomberti Giullare rapito dai sensi. La gabbia dentata del tuo ghigno Non si spalancherà sul mio cadavere Se la sofferenza rende umani Varcherò altrove le soglie dell’estasi Sarò povero di […]

Avevi Diciott’anni

Avevi diciott’anni Volevi che fumassi Gauloises e portassi camicie scozzesi io obbedivo e ti  prendevo ogni giorno sul divano di mamma ti alzavo la gonna contro il muro nell’orgoglio dei sensi tu mi inondavi le mani con la fonte dell’eterna giovinezza. Di te mi son rimasti due seni turgidi ritti […]

Quando arrivi

Quando arrivi Strapazzi le vesti alle fanciulle in fiore Spettini l’animo con la carezza del risveglio  Mitighi l’arroganza del sole  Con l’equilibrio dei tuoi sospiri  Alla cui luce estorci una sensata ingordigia. Accolgo il tuo invito alla cerimonia dell’inizio Dico festa ai rintocchi dell’abbondanza. 

In Più – P. L. Lattuada

In più avevi il rimmel sulle ciglia e le labbra dipinte Io mi chiesi chi amavo mentre, genuflettendomi al cospetto dei tuoi occhi grondava sul mio capo chino il Portorotondopensiero lineare e sofferto come un parto pilotato. Per parlare io dovetti scendere le palpebre calare il sipario sui paesaggi mondani […]