Laudato si

Laudato si’

Anche adesso che tremo
Al cospetto dell’amore che fa male
Laudato si’
Per il vagito degli anni
Declamato nell’assenza di sé
E i volti
I settantasette volti del dolore
E gli esseri
Il cuore dei diecimila esseri
Claudicanti, in rotta verso casa
Laudato si’
Per la notte dell’anima, le lacrime, il sangue
Scultura ruvida
Scolpita sul marmo spesso dei passaggi dallo zero
E i giardini
Il mistero fiorito dei tuoi occhi
L’acceso incanto della tua grazia
L’umido sospiro della tua pelle
Quando strilli adagio il tuo canto in paradiso
Laudato si’
Per la sorgente e il destino
La madre il padre e l’orgasmo gravido del tuo ventre
Frutto presente in eterno
Laudato si’ per il bene e il male
E l’impazzita soglia
Di infiniti risvegli

Leave a Reply

Your email address will not be published.