LA CENTRALITÀ DEL CUORE

La metodologia BTE, che vede nell’universo, e di conseguenza nell’individuo, un tutto interconnesso e opera per il rispetto della sua natura dinamica, polare, ritmica e auto-organizzantesi, è strumento del nuovo paradigma olistico emergente, il quale a sua volta viene da lontano. Irrompe alla coscienza dell’umanità alle soglie del nuovo millennio come un fiume sotterraneo che, dopo un lungo percorso nelle viscere della madre, ripresenta al sole e alle stelle la forza rigogliosa delle origini.
Mente unitiva, paradigma olistico, modello mutuale della condivisione e, molto più modestamente, la metodologia BTE, tra le altre, costituiscono la molteplice manifestazione di un unico grande evento planetario: il riaffermarsi della centralità del cuore in ogni ambito del vivente.
Il concetto di Transe si propone quale modello ridotto, quale chiave interpretativa di un mondo nel quale alla separazione analitica si sostituisce la “riunificazione nel cuore”, alla battaglia contro il nemico la condivisione tra compagni di strada, al conflitto tra forze opposte il flusso di entità interconnesse e complementari, alla spiegazione lineare la consapevolezza nell’eterno presente, al concetto di struttura statica quello di modello ritmico, al concetto di urto meccanico quello di interazione dinamica.

Leave a Reply

Your email address will not be published.