EGUNS: LE FORZE ANCESTRALI

“La tradizione sciamanica che stiamo considerando contempla oltre agli Orixàs, vere forze elementali, una serie di forze e vibrazioni archetipiche che non sono riconducibili direttamente a elementi della natura. Si tratta degli Eguns.
Mentre gli Orixàs sono vibrazioni archetipiche universali, che abitano ogni manifestazione del vivente, gli Eguns sono vibrazioni archetipiche connesse esclusivamente a caratteristiche dell’umano.
Si tratta di quelle linee vibratorie tracciate nel corso dei secoli dalla “incarnazione” delle qualità più genuinamente umane.
La vibrazione archetipica della saggezza, ad esempio, è stata “portata nel mondo” durante la giornata evolutiva del genere umano da innumerevoli esseri che, durante la loro vita, ne hanno dispensata a briciole o a fiumi.
La vibrazione lasciata nell’universo da tutti gli esseri che hanno vissuto in modo saggio trova nella tradizione dell’Umbanda il suo principio unificante nel termine preto velho.
Preto velho significa letteralmente “vecchio nero”. E non c’è da stupirsi. In una cultura di neri la saggezza risiede nei loro membri più anziani, ovviamente neri.
Una lettura intelligente del termine preto velho ci consente di riconoscerlo come il depositario della “memoria vibratoria” di tutti gli esseri saggi che hanno solcato il suolo di questo nostro martoriato pianeta dalle sue origini ai giorni nostri.
I pretos velhos sono degli Eguns.
Lo stesso vale, come vedremo in seguito, per i cablocos, il principio unificante della vibrazione dell’uomo “nobile e giusto”, di colui che onora e che ha onorato pienamente la sua natura, e per le crianças, il principio unificante della vibrazione di purezza e genuinità dei bambini.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.